Come affrontare il rientro dall’estate

Neanche gli scienziati del CERN a Ginevra sono ancora riusciti a rispondere a questa domanda che sembra affliggere miliardi di lavoratori e studenti ogni anno.

Ritornare alla vita di tutti i giorni tra carte, e-mail, incontri, compiti, studio, esami e verifiche è sempre un enorme trauma, soprattutto dopo aver passato giorni bellissimi nel beato riposo sotto l’ombra dell’ombrellone o facendo lunghe camminate in montagna.

Sperando che intanto i bellissimi ricordi che vi siete creati quest’estate vi possano accompagnare da settembre a giugno e mantenervi sani di mente quel tanto che basta per non diventare dei serial killer, eccovi qui alcune dritte che vi possono aiutare col doloroso rientro.

(Attenzione: i consigli proposti sono strumenti soggettivi senza alcun supporto medico o psicologico. Ascoltare attentamente le avvertenze del proprio psicoanalista prima di procedere nella lettura, può portare ad effetti indesiderati anche gravi.Tener fuori dalla portata dei bambini. )

1) UN NUOVO INIZIO: Quando rientrate in classe o in ufficio provate ad immaginare di non essere mai stati lì prima d’ora. Tutto ai vostri occhi inizierà a sembrarvi una novità e sarete portati a scoprila anziché allontanarla.

2) RASSEGNATEVI… AD ESSERE OTTIMISTI! Non illudetevi di false speranze, ormai l’anno è ricominciato e così anche la vostra routine! Vi viene da piangere? E’ normale! Ma provate a pensare invece a tutte le cose nuove che farete quest’anno, alle persone che conoscerete, ai nuovi risultati della vostra vita. Perché alla fine di ogni giorno potrete andare a letto con un ricordo nuovo e, quando sarete vecchi, non vi ricorderete solo delle estati passate al mare, ma di tutte le avventure che avrete fatto durante gli anni più belli della vost

ra vita insieme ai vostri amici e colleghi!

3) CAFFE’, caffè, caffè, caffè, caffè!

4) DISPERATEVI PURE.  Arriverà sicuramente un momento, verso ottobre, in cui le giornate si accorceranno, inizierete ad uscire di casa con il buio e il freddo e avrete solo voglia di mollare tutto e disperarvi. Va bene! Fatelo, abbracciate le vostre emozioni e cercate di dire al vostro “io” interiore che va tutto bene. Che voi sarete sempre lì per lui. Durante questo periodo assecondate i vostri svaghi: giocate mezz’ora in più alla play o guardatevi in streaming una puntata della vostra serie preferita prima di tornare a lavorare.

5) PENSATE AL NATALE!  Se siete più pessimisti provate a darvi delle tappe. Tra soli 100 gironi sarà Natale, wooowww! E se siete davvero fuori come la sottoscritta, datevi anche dei risultati da raggiungere, del tipo: <<Solo se riuscirai a prendere almeno 26 al prossimo esame, a Natale ti concederai un nuovo giorno per la PlayStation. Altrimenti non mi farò avere ne il gioco, ne mi concederò la gioia dei festeggiamenti di Capodanno!>> Lo so è da pazzi ma l’autolesionismo in questi casi funziona.

6) ANTISTRESS! Compratevi una pallina morbidosa o iniziate a mangiarvi la pelle intorno alle dita!

7) GUARDATEVI I CUCCIOLI SU YOUTUBE, guardarsi i cuccioli è bellissimo!

8) PENSATE ALLE VACANZE.  Usate questi mesi per progettare le prossime vacanze al meglio così da avere una meta sicura che vi tenga a galla durante questi nove mesi!

Questi sono i miei otto consigli per affrontare il rientro dalla vacanze. Spero vi siano piaciuti e che vi siano stati d’aiuto. Fateci sapere come è stato il vostro rientro o dateci altri consigli lasciando un commento qua sotto!

Un bacio a tutti dal CHE BLOG!!!!