Spazio3R per fare un milione di mascherine

Di Chiara Ceretti

Associazione IRENE con Spazio3R, un laboratorio di sartoria rivolto a donne italiane e straniere in situazioni di vulnerabilità per aiutarle a ricucire i tasselli della propria vita per un pieno inserimento sociale e lavorativo, è tra le associazioni selezionate per l’iniziativa PoliMascherina Solidale, una campagna di informazione e sensibilizzazione promossa dal Politecnico di Milano a supporto di Regione Lombardia per la creazione di una filiera di produzione locale di mascherine protettive realizzate con tessuto TNT con tecnologia Spundbond Meltblown e la loro distribuzione alla comunità.

Nei mesi scorsi la situazione di emergenza sanitaria ha colpito tutti, anche l’atelier di sartoria ha dovuto chiudere a inizio marzo. Oltre alla preoccupazione legata alla salute di ciascuna donna e delle loro famiglie, si è aggiunta un’altra preoccupazione, oggi sempre più rilevante, legata al futuro. Per Rania, Halima, Elizabeth, Amira e tutte le altre ragazze i progetti che stavano nascendo, i lavori che stavano creando rappresentavano più di un’opportunità lavorativa, un’occasione di riscoprirsi e mostrare i propri talenti, al di là dell’essere una moglie e una mamma. Tutti questi sogni si sono interrotti all’improvviso.

L’opportunità di aderire e essere selezionati all’interno del progetto PoliMascherina Solidale, un milione di mascherine per imparare a proteggerci rappresenta quindi una vera e propria rinascita, non solo per riattivare il laboratorio ma anche per rendere le donne straniere promotrici di comunità.

Grazie al coinvolgimento di più di 10 donne provenienti da Egitto, Perù, Tunisia, Marocco, Sri Lanka entro fine luglio distribuiremo circa 6.000 mascherine realizzate con un tessuto-non-tessuto specifico donato dall’azienda Ahlstrom – Munksjö attraverso il Politecnico di Milano.

 «Il tessuto fornito è con contenuto di Meltblown (il materiale filtrante normalmente utilizzato nelle mascherine chirurgiche certificate) sufficiente a garantire livelli di efficienza alla filtrazione batterica superiori al 98% e livelli di traspirabilità in linea con quanto prescritto dalle normative di riferimento» afferma Paolo Bettini, Docente e Ingegnere del Politecnico di Milano, tra i referenti dell’iniziativa.

Oltre al tessuto sono tante le aziende che ci hanno sostenuto tra cui il nastrificio Achille Valera Lissoni di Concorezzo che ci ha donato gli elastici e l’azienda Pb Plasticsac sas che ha donato i materiali per il confezionamento. Una vera e propria filiera della solidarietà sta trovando il suo compimento nella distribuzione sul territorio delle mascherine grazie all’attivazione delle rete di associazioni di Milano e non solo.

Grazie alla collaborazione con il Progetto Qubì del Comune di Milano Molise-Calvairate e Corvetto-Lodi a partire dal 29 giugno tutti i bambini e i ragazzi (dai 6 ai 14 anni) che frequenteranno le attività proposte nei campus estivi avranno a disposizione le mascherine realizzate da Spazio3R. Si parla di più di 178 bambini e ragazzi e quasi 40 educatori e animatori. «Siamo contente di aver messo del nostro anche nella realizzazione delle mascherine, abbiamo infatti scelto il modello, diverso rispetto alla classica mascherina con le tre pieghe al centro e abbiamo pensato a come renderle più belle per i bambini, per questo abbiamo deciso di fare le cuciture laterali colorate» racconta Rania, tutor e punto di riferimento del Laboratorio. «Abbiamo già realizzato più di 2.000 mascherine, grazie al contributo di ciascuna di noi siamo sicure di riuscire a raggiungere l’obiettivo finale» continua Halima, che ormai parla bene italiano e dimostra una confidenza nel lavoro di sartoria che un anno fa non aveva.

Queste mascherine diventeranno più di un semplice strumento di sensibilizzazione sul loro corretto utilizzo: un vero e proprio messaggio di solidarietà che supera tutte le distanze sociali per riattivare le relazioni e la comunità; donne migranti, aziende, associazioni, tutti insieme.

Grazie alla collaborazione con Il Bullone, gli abbonati al mensile riceveranno una mascherina omaggio… Vai all’ultima pagina per scoprirne di più!